Search
  • Roberto Mallardo

Complementi di arredo e design: scopri i protagonisti dei tuoi spazi.


Quando si parla di arredare o rinnovare la propria abitazione, si parla spesso solo dell’aspetto strutturale, degli impianti d’illuminazione o idraulica, infissi e pavimentazione ma, nonostante siano assolutamente importanti, ciò che dona realmente carattere ai propri spazi sono i dettagli, quei piccoli elementi che fanno la differenza. Saranno proprio loro, i complementi di arredo e di design, a trasformare la tua casa in un ambiente personalizzato, preferire un vaso in vetro o ceramica, una lampada da terra di design o da tavolo a sfera, una libreria minimal o destrutturata è una scelta del tutto personale, è importante seguire in ogni caso il proprio gusto, seguendo un mood ben preciso, inserendo elementi di design unici e se necessario “fuori contesto”.


Cosa s’intende per complementi d’arredo?

I complementi d’arredo sono i particolari decorativi che impreziosiscono un ambiente, lo completano e ne definiscono lo stile, o meglio, sono oggetti e accessori complementari ai mobili, hanno un ruolo molto importante: valorizzano gli spazi. Ecco perché scegliere quello “giusto” è fondamentale per vivere in un ambiente che metta a proprio agio, che sia funzionale e che susciti emozioni piacevoli e positive.

Si tratta di una categoria in continua crescita del settore design, si moltiplicano negozi specializzati, sia online che fisici, specializzati esclusivamente in complementi d’arredo.


L’oggettistica per la casa segue stili differenti, dall’industrial al vintage, dallo shabby al classico, nell’ultimo periodo sono di moda gli oggetti di design, pezzi unici ideati da giovani creativi di successo o archistar. Gli oggetti di design, in particolare, sono progettati con l’intenzione di soddisfare uno specifico bisogno, il design ragiona per procedure, il suo aspetto estetico deve combaciare con la sua funzionalità ma soprattutto per essere definito tale deve essere “riproducibile”, collegato quindi alla “diffusione”. Gli oggetti di design sono delle vere e proprie opere d’arte che rendono particolare, elegante e originale un oggetto tanto comune, senza comprometterne il funzionamento, in alternativa, ci si può mantenere su uno stile basic o classico.


Un esempio di oggetti di design definiti anche opere d’arte, sono i quadri realizzati da Luigi Masecchia, un designer napoletano, il quale trasforma cioè che è “ex”, in ciò che sarà, è così che anche un semplice tappo di metallo rinasce con nuovo senso estetico e morale. Un suo quadro, dallo stile pop contemporaneo, donerà ad un ambiente minimal un po’ di vivacità e colore, in particolare, i suoi quadri si ispirano alle opere di Andy Warhol, oggetti di consumo contemporaneo come la Coca- cola o ancora elementi legati a figure o alla tradizione Napoletana. I suoi tappi sono nobilitati attraverso la sua personale interpretazione creativa che punta a sovvertirne la storia passata e ad attribuire loro nuovi e più sorprendenti significati. Il colore diventa fluo, sgargiante, allegro e vivace. Le forme diventano più estroverse e originali, con un effetto 3d.



Prima di acquistare un qualsiasi oggetto o complemento d’arredo, prova a guardare gli spazi che vuoi rinnovare in negativo, o meglio valuta gli spazi vuoti e non quelli riempiti, osserva lo spazio da un’altra prospettiva per individuare il “dettaglio” mancante.

I complementi come vasi, tappeti, luci, cuscini e quadri sono scelti con estrema attenzione anche da designer e arredatori d’interni, proprio per il ruolo importante che ricoprono all’interno di un ambiente. Gli accessori decorativi sono un modo economico per dare nuova aria agli ambienti e caratterizzare il look di una stanza, ma bisogna fare attenzione a non esagerare e a cadere nella tentazione di riempire ogni spazio vuoto.

Sarebbe meglio scegliere pochi pezzi di qualità, al posto di tanti oggetti senza valore, è importante anche considerare le dimensioni, le proporzioni degli oggetti all’interno dello spazio scelto, ad esempio un tappeto minuscolo in una stanza enorme non riuscirà mai ad apportare valore allo spazio. Lo stesso vale per un quadro troppo grande per una parete o una lampada enorme in una cucina piccola.

Prima di scegliere i tuoi complementi di arredo, quindi, cerca di studiare gli spazi a disposizione e capire cosa si adatti meglio all’ambiente, giocando anche su disposizioni asimmetriche e creative.

Il soggiorno, ovviamente, con i suoi complementi d’arredo, è senza dubbio, una delle principali zone di ogni casa. Spesso è la prima stanza che gli ospiti incontrano entrando, ed è probabilmente il luogo in cui ogni famiglia trascorre la maggior parte del tempo insieme. Per queste ragioni è fondamentale scegliere al meglio gli elementi destinati a essere collocati in questo spazio di vita per armonizzare il tutto, in pratica è un po’ come indossare un bel vestito, ma senza i gioielli o gli accessori giusti non ne viene risaltata la bellezza. Per questo motivo, ogni oggetto come i tavolini, le poltrone, le lampade, i vasi diventano il tocco di design del nostro arredamento.

Disegnato e progettato dalla mente creativa di Marcantonio Raimondi Malerba, la sua particolarità è la rappresentazione reale del muscolo cardiaco, non idealizzato nella classica forma. Ogni elemento dell'organo è visibile, mentre le intercapedini dove dovrebbe passare il sangue sono state trasformate in vani per fiori. Un vaso romantico che trasmette emozione. Può essere utilizzato sia come oggetto d’appoggio sia affisso a una parete. La ceramica è facilmente lavabile e adatta agli ambienti esterni. Un semplice oggetto che rende uno spazio unico, donando umore e fantasia.

I tavolini, come i vasi, assumono un ruolo molto importante all’interno della propria abitazione, ce ne sono di tutte le forme e materiali: in legno, in plexiglas o in metallo, ovali, tondi, quadrati o dai profili divertenti e sinuosi, sono l’oggetto di design per eccellenza. Il salotto è il loro ambiente ideale per fare sfoggio della bellezza che li contraddistingue, donano eleganza e originalità oltre alla loro funzione. Il marchio italiano Seletti ci trasporta, anche in questo caso, in un universo anticonformista, ludico ed affascinante dove la parola d’ordine è la creatività, un esempio sono i numerosi tavoli della linea Toiletpaper come il modello Rossetti è infatti ciò che di più lontano ci può essere da un tavolino tradizionale: esso è realizzato in legno, ha un ripiano a forma di cerchio e quattro gambe a sorreggerlo. Sul ripiano ritroviamo un'immagine accattivante, che non può che spingerci ad interrogarci sul suo senso: mani di uomini sorreggono eleganti rossetti rossi su uno sfondo blu. Esso è perfetto per gli amanti del design, che desiderano avere nella loro casa pezzi ricercati, non comuni, ma verrà molto appezzato anche da tutti coloro che nutrono una certa passione per l'arte contemporanea. Il Tavolino Rossetti potrà essere posizionato in un bel salotto, per essere ben visibile a tutti, familiari, amici ed ospiti, ma anche in una camera da letto al posto dell’usuale comodino, in un ufficio o in un locale all'avanguardia. Gli stili con qui si accorderà meglio sono quelli moderni, contemporanei, che contemplano oggetti dalle forme particolari, dalle tinte vivaci e dagli oggetti anche un po' stravaganti.

Un altro oggetto d’arredo che non può assolutamente mancare all’interno della nostra abitazione o nel nostro ufficio, sono le lampade, disponibili in varie versioni da tavolo, a sospensione o da parete, esse evidenziano lo spazio circostante e ne risaltano le qualità.

Come gli altri complementi d’arredo anche la lampada è un elemento di rilievo, di design, basti pensare a tutte le forme e i colori con i quali sono state progettate. La lampada ha però anche il compito funzionale di illuminare, di regalare atmosfere soft o forti, in base al luogo in cui sono poste, ma anche di distribuire la luce in maniera ottimale, per non sforzare la vista.

Nella sezione lampade, Seletti, propone svariati modelli, le più riconoscibili sono quelle che prendono spunto dal mondo animale: scimmie, topi, dinosauri, elefanti.

La collezione di Lampade Monkey, disponibili in varie versioni, sia d’appoggio che da parete, bianca o nera, è realizzata in resina. Cambiano le posizioni della piccola scimmietta la quale prevede una versione seduta, in piedi o in arrampicata lungo una corda. Molto realistica e con un aspetto particolarmente simpatico, la Monkey Lamp si pone non solo come semplice elemento illuminante, ma anche come ulteriore compagnia per le serate da trascorrere in casa con qualche amico. Proprio come un animaletto domestico, infatti, questa singolare scimmietta saprà presto diventare parte della famiglia, garantendo sempre il buon umore.

Per maggiori informazioni sui prodotti Seletti potete visitare il loro sito: www.seletti.it


Infine un oggetto a me caro è L’Eames House Bird è l’iconica scultura in legno che per cinquant’anni è stata al centro del salotto di due tra i più grandi e innovativi designer del Novecento, Charles e Ray Eames, comparendo spesso negli scatti fotografici che ritraggono la coppia e le sue opere.

Con le loro opere, Charles e Ray Eames hanno cambiato la storia della cultura mondiale. In alcune delle foto che li ritraggono nel loro salotto, talvolta seduti sulle loro creazioni, compare un uccello di legno dalla sagoma stilizzata e tondeggiante, un oggetto appartenente alla cultura popolare americana al quale gli Eames erano evidentemente molto legati. La statuetta, entrata con quelle foto nella storia del design, è stata ribattezzata Eames House Bird, e oggi Vitra la riproduce in massello e acciaio.


0 views
  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon